gestisci la tua reputazione online
crotone 24 news notizie
breaking news

Crotone 24 News Notizie

Il portale online con le ultime notizie da Crotone dalla provincia crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

trasferimenti aeroporto lamezia terme

Chiusura aeroporto: troppe domande senza risposta!


di Maria Bonaiuo
di Maria Bonaiuo
Giornalista e Direttore Editoriale

Zone d'ombra, domande senza risposta: chi e perchè lascia "a terra" Crotone?

s_400_250_16777215_00_images_2015_crotone_aeroporto-crotone.jpgA dodici giorni dalla chiusura dell’aeroporto di Crotone sono ancora tanti i dubbi che aleggiano su questa vicenda.

Dubbi amplificati dalle tante, troppe polemiche nate in questi giorni, che hanno contribuito a coprire le verità e a celare eventuali responsabilità.

Per questo motivo ho deciso di fare un excursus degli ultimi periodi di questa vicenda partendo proprio dalla venuta di Ryanair a Crotone il 22 settembre, incontro richiesto dal Comune di Crotone e dalla curatela fallimentare ma che poi ha visto questi due soggetti essere messi in coda ad altri appuntamenti ma soprattutto, ed ecco il primo dubbio:

perché Ryanair decide che il suo unico interlocutore diventi la Regione?

E poi, cosa è venuto a fare il presidente della Sacal (società che gestisce l’aeroporto di Lamezia) ad un incontro a cui non è stato invitato?

Perché Ryanair annuncia di voler tenere il solo volo di Bergamo, cancellando le tratte su Roma e Pisa e non mette in vendita i biglietti sin dal 1 novembre?

Ufficialmente l’esercizio provvisorio della gestione dell’aeroporto di Crotone viene chiuso perché non c’è attività volativa. Mancando i voli, quindi, sostiene qualcuno, tenere aperto l’aeroporto non avrebbe alcun senso logico.

A questo punto però un dubbio sorge spontaneo. Dai primi di ottobre sul sito www.sea-air.info la compagnia aerea tedesca Sea-air mette in vendita i biglietti Crotone Roma, e Crotone Bergamo a partire dal 28 novembre. Due voli al giorno per entrambe le destinazioni con partenza la mattina da Crotone e ritorno in serata.

Perché chi aveva in mano la trattativa con questa compagnia non ha informato Comune e Regione al fine di richiedere la proroga?

Passiamo alla cronaca degli ultimi giorni. Perché la curatela fallimentare il 21 ottobre comunica all’Enac di non voler proseguire l’esercizio provvisorio senza confrontarsi con nessuno?

Perché la stessa curatela, il 24 ottobre, nell’assemblea con i dipendenti non informa nessuno della comunicazione fatta all’Enac tre giorni prima, ma anzi si dice pronta ad aspettare gli enti pubblici fino all’ultimo minuto utile?

Perché se la Regione sapeva che Ryanair avrebbe ripreso i voli per Bergamo da inizio ottobre non ha fatto richiesta di proroga o non ha sollecitato i Comuni a farlo?

E non potendo tralasciare il bando Enac, perché nessuna società, che ha partecipato alla gara per la gestione dell’aeroporto di Crotone, ha chiesto la proroga dell’esercizio provvisorio così da evitare di “acquistare” un aeroporto che più che uno scalo assomiglia ad una scatola vuota, senza più torre di controllo, Atc, vigili del fuoco?

Ho paura che tutte queste domande resteranno senza risposta, ma forse ad un ultimo quesito si può dare un responso.

A chi giova mettere l’aeroporto di Crotone nelle condizioni di non poter riprendere i voli, soprattutto quelli Ryanair?

Forse, ma questa mia è una cattiveria, giova proprio a chi vincerà il bando Enac.

Regionale

  • 07 Marzo 2017
  • By Maria Bonaiuto

Aeroporti calabresi: Sacal "piglia tutto"!

Egemonia Sacal sui cieli calabresi: la società gestirà gli scali di Lamezia, Crotone e Reggio CalabriaDopo il rinvio a...

Recapiti

testata quotidiano crotone
Via Venezia 139 - 88900 Crotone KR Italy
crotone24news@gmail.com
Direttore : Maria Bonaiuto
Web Master : Angelo Cerminara

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.