web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Crotone 24 News Notizie

Il portale online con le ultime notizie da Crotone dalla provincia crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza nei cantieri

Caso assessore De Luca, il Tribunale rigetta il ricorso sulla decadenza


di Maria Bonaiuo
di Maria Bonaiuo
Giornalista e Direttore Editoriale

Il Tribunale: " De Luca ha posto in essere tutti gli atti idonei a far venire meno le cause di incompatibilità".

s_400_250_16777215_00_images_2015_politica_rori_deluca_comune.jpgRigettato il ricorso presentato da una ventina di cittadini per far accertare la incompatibilità e quindi la decadenza di Rori De Luca rispetto al ruolo di assessore all'Urbanistica al Comune di Crotone.

La vicenda si ricorderà riguarda la presunta e contestata incompatibilità dell'assessore De Luca, incompatibilità dovuta ad un giudizio, una causa con il Comune di Crotone per un credito pregresso e per il quale Rori De Luca aveva promosso azione giudiziaria contro l'amministrazione comunale all'epoca guidata da Pasquale Senatore. Il caso De Luca è scoppiato all'indomani della sua nomina ad assessore all'Urbanistica da parte del sindaco Pugliese.

Il 9 gennaio 2018 è stata depositata la sentenza sul ricorso presentato da una ventina di cittadini, azione promossa per la decadenza dell'attuale assessore all'Urbanistica. Il Tribunale di Crotone, Sezione Civile, riunito in camera di consiglio e con l'intervento del Pm, nella persona del Procuratore del Tribunale di Crotone, dottore Giuseppe Capoccia, ha rigettato il ricorso presentato per la dichiarazione di decadenza dell'assessore De Luca.

Nella sentenza di gennaio si motiva il rigetto ricostruendo temporalmente e giuridicamente gli atti posti in essere da Rori De Luca e si mette così la parola fine ad una querelle che ha riempito le pagine dei giornali locali e impegnato anche la magistratura.

Volendo prendere in esame il giudizio del Tribunale di Crotone l'infondatezza del ricorso è da ascrivere alle seguenti cause:

Ricostruzione temporale - “De Luca è stato nominato assessore dal sindaco con atto datato 21 luglio 2017, e De Luca in data 10 luglio ha ceduto il credito dal quale deriverebbe la causa di incompatibilità, inoltre in data 14 luglio sempre De Luca ha notificato l'avvenuta cessione del credito al Comune di Crotone e in data 24 luglio ha inoltrato istanza di estromissione dal giudizio, infine in data 27 luglio ha notificato al Comune atto di rinuncia al giudizio accettata dal Comune in 12 ottobre 2017”.

Ricostruzione guiridica- Non influisce e non condiziona il giudizio del Tribunale civile depositato in cancelleria il 9 gennaio 2017 la sentenza del 24 ottobre 2017, sentenza con la quale il Tribunale ha rigettato la domanda di estromissione formulata dal De Luca, poiché “tale decisione è stata resa in quanto ai sensi dell'art.306 c.p.c la rinuncia, per produrre effetti, avrebbe dovuto essere accettata da tutti i convenuti, accettazione che invece non è intervenuta, non potendo pertanto il Tribunale dichiarare l'estinzione del processo tra il De Luca ed il Comune”.

Il Tribunale al contempo ribadisce e sottolinea che

“deve ritenersi in conformità con l'orientamento maggiormente condiviso in giurisprudenza sul punto, che ai fini della rimozione della causa di incompatibilità per lite pendente, prevista dall'art.63 comma 1, n4, d.lg. n.267 del 2000, è necessario e sufficiente che il soggetto, il quale versi in una siffatta situazione, ponga in essere atti idonei, anche se non formalmente perfetti rispetto alla specifica disciplina che eventualmente li regoli, a far venire meno nella sostanza l'incompatibilità di interessi realizzatisi, a seguito dell'instaurazione della lite medesima.”

si legge ancora: 

“ E poiché il sostanziale e incondizionato abbandono della vertenza elimina in radice la ragione d incompatibilità, la causa di incompatibilità per lite pendente può essere esclusa in presenza di atti implicanti il sostanziale venir meno del conflitto o il carattere pretestuoso della lite, inteso come artificiosa e maliziosa creazione o conservazione di una situazione di fatto diretta a danneggiare l'eletto”.

Ed è sulla scorta di questo orientamento giurisprudenziale, “orientamento, scrive il Tribunale di Crotone, corroborato dal parere della Prefettura di Crotone (..) che ha sostanzialmente aderito all'orientamento giurisprudenziale in questione, per tutte queste ragioni, il ricorso debba essere rigettato”.

Recapiti

testata quotidiano crotone
Via Venezia 139 - 88900 Crotone KR Italy
crotone24news@gmail.com
Direttore : Maria Bonaiuto
Web Master : Angelo Cerminara

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.