web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Crotone 24 News Notizie

Il portale online con le ultime notizie da Crotone dalla provincia crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza cantieri milano

Anche Pugliese cede alla retorica: "la nave Acquarius venga a Crotone"


di Angelo Cerminara
di Angelo Cerminara
Founder and Web Consultant

Contro la decisione di due ministri della Repubblica di chiudere i porti italiani per ragioni di sicurezza nazionale.

s_400_250_16777215_00_images_2018_elezioni-politiche_ugo-pugliese.jpgAd aprire le danze è stato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, uno che di retorica se ne intende, tanto da urlare urbi et orbi che la sua bella città è pronta ad accogliere il carico umano della nave Acquarius, per ora bloccata a 25 miglia da Malta.

Subito dopo è arrivato il pianto nostalgico di Giuseppe Falcomatà, sindaco di Reggio Calabria che ha preferito utilizzare Facebook per esternare la sua vocazione missionaria. "Lo diciamo chiaramente - posta il sindaco reggino - anche oggi Reggio Calabria si rende disponibile ad accogliere chi salva vite umane in mezzo al mare. Il nostro cuore è grande, più grande di chi vuole speculare senza un briciolo di umanità".

Si accoda il neo sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida che però sceglie le colonne dell'Agi per affermare che: "Siamo disponibili ad accogliere la nave Aquarius e ci rendiamo disponibili a fronteggiare qualsiasi emergenza futura che riguarda migranti e soccorsi in mare". Tranchida invero era arrivato un tantino tardi, perchè in Sicilia c'è già Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, che vuole la nave Acquarius nel porto cittadino.

Il più roboante però è stato il sindaco di Livorno, Nogarin (M5S), imbeccato quasi certamente dal Presidente della Camera Roberto Fico. "Siamo pronti ad aprire il porto di Livorno e accogliere la nave Aquarius con il suo carico di 629 vite umane. Ho già dato la nostra disponibilità al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, e ne ho parlato con il presidente della Camera Roberto Fico" ha scritto il sindaco di Livorno. Parole quelle di Nogarin che hanno di fatto scatenato le ire del neo ministro Toninelli, tanto che lo stesso Nogarin ha subito provveduto ad eliminare il post incriminato.

Arriva ultimo (ma solo per ora) il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, che non fa mistero delle sue tendenze francescane, non da ora favorevole al grande HUB di raccolta migranti sul porto cittadino. 

Il sindaco e presidente della Provincia di Crotone affida ad una nota stampa il suo pensiero pro-migranti.

«Ci tengo a precisare che - scrive Pugliese - se l’Aquarius dovesse attraccare nel porto di Crotone, come è sempre stato per tutte le imbarcazioni che sono sbarcate nella nostra città, troverebbe la giusta accoglienza, la mia piena solidarietà e vicinanza. Non soltanto in qualità di sindaco, ma anche e soprattutto come uomo ed essere umano….(…) Non sono d'accordo con la decisione ed il metodo adottati dal Ministro degli Interni Salvini, ribadendo con forza e convinzione che in casi umanitari dove la vita ed i diritti dell’essere umano hanno la priorità su tutto, la politica passa assolutamente in secondo ordine».

Insomma tanta retorica inutile visto che i sindaci non hanno alcun controllo sui porti, e visto che la chiusura degli stessi, disposta dal Ministero dell'Interno di concerto con il Ministero delle Infrastrutture segue una logica di sicurezza nazionale, che viene sempre prima di ogni altra cosa, e muoversi contro potrebbe addirittura configurarsi come reato grave. Insomma un conto è gestire l'oratorio di una parrocchia, un altro conto amministrare una città, piuttosto che una nazione.

Recapiti

testata quotidiano crotone
Via Venezia 139 - 88900 Crotone KR Italy
crotone24news@gmail.com
Web Master : Angelo Cerminara

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.