Crotone: la magica storia di Simy, top scorer africano in Serie A


Redazione
Redazione Crotone24news.it

20-04-simy.jpgSui suoi gol poggiano inevitabilmente le speranze e le chance di salvarsi da parte del Crotone. Una stagione molto complicata per la compagine calabrese e anche chi è appassionato di scommesse sui casino gratis, sa perfettamente quanto possa essere difficile riuscire a raggiungere la permanenza nella massima serie.

Un vero e proprio sogno per la compagine guidata in panchina da Serse Cosmi, ma senza ombra di dubbio se le speranze non sono ancora naufragate, buona parte del merito è legato ai gol messi a segno da Simy. Un bomber nigeriano che si è riscoperto tale forse un po’ troppo in là con gli anni, ma che ricorda, per movenze e non solo, Nwanko Kanu, ex attaccante di Inter e Ajax degli anni Novanta.

Sedici gol realizzati in Serie A, un record

Le sedici reti messe a segno nella massima serie rappresentano un grande traguardo, anche forse impossibile da pronosticare a inizio stagione. Per il gigante nigeriano che sfiora i due metri di altezza, tra l’altro, è anche un primato da custodire gelosamente. Infatti, Simy è diventato il solo atleta africano ad aver segnato in sei partite consecutive in Serie A.

Un record che è stato “scippato” dalle mani di nientemeno che George Weah, senza dimenticare come è diventato, con le sue sedici reti, il nigeriano con il più alto numero di reti messe a segno in una sola stagione nella massima serie, sopravanzando il vecchio primato stabilito da parte di Oba Oba Martins con 11 gol.

Eppure Simy ha sempre mantenuto un profilo decisamente umile e basso, come ha ammesso anche in una bella e lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. Nonostante stia facendo la storia dei calciatori nigeriani e africani che hanno militato in Serie A, Simy non è mai stato troppo fissato con i numeri. È senz’altro molto bello sentir parlare di record e primati, ma il bomber nigeriano ha affermato come tutto questo conti relativamente se poi la squadra per cui si gioca è ultima in classifica.

E le sirene di calciomercato? Simy non ci ha mai pensato fino ad ora, anche per via del fatto che a Crotone, anche a livello familiare, si trova estremamente bene e, considerando anche l’affetto e l’amore che la gente calabrese gli ha sempre dimostrato, difficilmente potrebbe decidere di andarsene.

Fede e famiglia, un binomio importante

Nella vita di Simy sono due aspetti che contano moltissimo. L’attaccante del Crotone, infatti, è una persona notevolmente credente, essendo anche cresciuto in una famiglia cattolica. Tutti i parenti sono fervidi credenti e, durante la sua crescita, ha apprezzato e fatto suoi i valori fondanti di tale religione, che l’hanno avvicinato moltissimo a Dio. Insegnamenti che Simy ha intenzione ovviamente di non disperdere, ma di trasmettere in prima persona ai suoi figli.

Al fianco della fede in Dio, Simy ha sempre messo al primo posto anche la famiglia, a cui è molto legato. Il riferimento non può essere solamente per la famiglia naturale, ma anche per il fortissimo legame che si è creato con la città di Crotone, che ha senz’altro dato una mano ad appianare, seppur ovviamente non del tutto, la nostalgia di casa e della Nigeria.

Senza di lui il Crotone sarebbe già retrocesso, invece qualche flebile speranza è rimasta. Sicuramente, in queste ultime giornate di campionato Simy dovrà continuare a sfornare prestazioni eccellenti se vuole mantenere vivo il paragone con il suo idolo, Nwankwo Kanu, che fu aiutato da Moratti quando era malato di cuore, che ha calcato, anche se per pochissimo con la maglia dell’Inter, i campi della Serie A. E non è un caso che l’ex bomber dell’Ajax sia proprio un punto di riferimento, non solo in campo, per Simy.

Ultimi Pubblicati

San Giovanni in Fiore: la sindaca Succurro spinge per la Chirurgia generale

«Le zone montane hanno il diritto di avere servizi sanitari adeguati, che diano..

Chiuse le indagini di "Basso Profilo": tra gli indagati anche Cesa e Talarico

La Dda di Catanzaro ha chiuso le indagini dell'inchiesta "Basso profilo" nei con..

L'assessore Cretella: il Piano assunzioni è strategico e sostenibile

«Voglio rassicurare il consigliare Danilo Arcuri: il piano triennale per il fab..

Crotone: la terza commissione propone la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

La Terza Commissione Consiliare permanente, presieduta dal consigliere Alessandr..