web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Crotone 24 News Notizie

Il portale online con le ultime notizie da Crotone dalla provincia crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza cantieri milano


Sicurezza sul lavoro: Il documento di valutazione dei rischi

  • Published in Economia e Lavoro

di Redazione
di Redazione
Crotone24news.it

Sicurezza sul lavoro: che cos'è il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e cosa deve contenere.

s_400_250_16777215_00_images_2018_commerciali_28-12-documento-valutazione-rischi.jpgIl documento di valutazione dei rischi (DVR) è un prospetto da produrre in forma cartacea o digitale che indica i rischi anche solo potenziali derivanti dallo svolgimento di ogni attività lavorativa, e le misure di prevenzione da adottare per neutralizzarli.

La materia è disciplinata dal decreto legislativo 81/2008 detto anche Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, il quale in materia di DVR stabilisce anche pesanti sanzioni per chi non rispetta gli obblighi derivanti. L'obiettivo comune e quello di ridurre o di eliminare del tutto incidenti e infortuni sui luoghi di lavoro. Secondo la normativa il responsabile del DVR è sempre il datore di lavoro, che non può delegare questo compito a nessun altro.

Il datore può chiedere ed ottenere assistenza da un tecnico qualificato nel campo della sicurezza sul lavoro anche e soprattutto per quanto riguarda la valutazione dei rischi. La valutazione dei rischi rappresenta il momento cardine dell'intero processo. Spetta al datore di lavoro che può affidarsi al Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP).

Anche se il datore di lavoro resta la figura responsabile della redazione del DVR, nelle sue fasi subentrano altre figure previste dalla stessa normativa:

  • Il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP), che ha la funzione di effettuare la mappatura dei rischi e predisporre le misure di protezione;
  • Il medico competente (MC), che contribuisce a valutare i rischi specifici in relazione alla salute dei lavoratori e si occupa di predisporre il protocollo di sorveglianza sanitaria;
  • Il rappresentante dei lavoratori (RLS) che viene consultato preventivamente sul contenuto della valutazione dei rischi e deve riceverne una copia per presa visione

Ogni azienda con almeno un dipendente è tenuta a produrre il documento valutazione rischi quale prospetto indispensabile per una corretta gestione delle problematiche inerenti la sicurezza sul lavoro e la salute dei lavoratori. Da questo punto di vista la normativa non prevede deroghe.

In sostanza con il DVR si quantifica la probabilità che possa accadere un evento dannoso specifico per i lavoratori, si quantifica l'entità del danno che ne può derivare, e si suggerisce le misure preventive per ridurre il rischio, e quelle protettive per ridurre gli effetti del danno. Il Documento di valutazione dei rischi deve contenere :

  • una anagrafica aziendale con tutti i dati dell'azienda;
  • un organigramma del Servizio di Prevenzione e Protezione con l'anagrafica delle figure professionali coinvolte;
  • la descrizione del ciclo lavorativo con un elenco di impianti, macchinari, attrezzature, sostanze chimiche impiegate in azienda, identificazione delle singole mansioni;
  • una relazione sulla valutazione di tutti i rischi così da individuare i pericoli presenti per ogni singola fase e mansione;
  • un programma delle misure di prevenzione e di protezione;
  • un programma degli interventi migliorativi da effettuare nel corso del tempo per aumentare i livelli di sicurezza

Per alcune tipologie di impresa la normativa ha previsto lo strumento del DVR standardizzato, ossia di un documento simile al DVR ordinario ma molto più snello e soprattutto prodotto per mezzo di una procedura detta appunto standardizzata. Questa procedura è più semplice ed è stata pensata per venire incontro a quelle piccole e medie realtà imprenditoriali che non hanno particolari attività rischiose.

Il documento di valutazione dei rischi è quindi obbligatorio indipendentemente dal settore merceologico per tutte quelle imprese che hanno almeno un dipendente o un collaboratore (soci lavoratori, tirocinanti, lavoratori con contratti temporanei). Deve essere prodotto entro 90 giorni per una nuova attività, oppure immediatamente quando un lavoratore entra in forza all'impresa già avviata. Lavoratori autonomi e le imprese familiari sono esenti dalla presentazione del DVR, in quanto continuano a seguire la normativa dell'articolo 2222 del codice civile.

Recapiti

testata quotidiano crotone
crotone24news@gmail.com

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.