web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Il giornale online con le ultime notizie Crotone. Tutte le news del Crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza cantieri milano


Fase 2: linee guida e distanze per riaprire le attività in Calabria

  • Published in Economia e Lavoro

di Redazione
di Redazione
Crotone24news.it

Ombrelloni a 3 metri di sistanza anche nelle spiagge libere, sedute dei tavolini a 1 metro nei ristoranti. Tutte le misure della presidente Santelli.

s_500_312_0_00_images_2020_18-05-negozi-aperti.jpgCon l'ordinanza numero 43 del 17 maggio 2020 la presidente della Regione Calabria Jole Santelli ha indicato (nell'Allegato 1) tutte le modalità e le linee guida da rispettare per la riapertura delle attività economiche e produttive.

Nel documento allegato all'ordinanza vengono definiti gli indirizzi operativi specifici validi per i singoli settori di attività, a cui tutti gli esercenti dovranno conformarsi per evitare di incorrere nelle sanzioni previste dall'ordinanza regionale (multa da 400 a 3.000 euro e sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni minime di sicurezza). Le linee guida forniscono un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con la tutela della salute di utenti e lavoratori.

Le disposizioni sono improntate al rispetto delle norme minime anti contagio come il distanziamento sociale, l'utilizzo di mascherine e il divieto di assembramento, norme che tutti gli esercenti devono garantire rigorosamente.

I PUNTI FERMI UGUALI PER TUTTI

Un punto fermo per tutti senza distinzioni di attività: ogni esercente ha facoltà di misurare la febbre con il termoscanner agli avventori, ed impedirne l'accesso se questa fosse superiore ai 37.5° (vale anche per gli stabilimenti balneari).

Ogni esercente deve predisporre una corretta informazione sulle misure di prevenzione e garantire un'ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per l’igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche in varie postazioni.

Ogni esercente deve organizzare lo spazio di lavoro e di esercizio garantendo la distanza interpersonale di almeno 1 metro tra i clienti.

L'utilizzo della mascherina è obbligatorio per tutti gli esercenti, camerieri, operatori, quando si è in presenza di altre persone. Non è obbligatoria per bagnini, operatori dei lidi balneari.

LE DISTANZE IN SPIAGGIA

Assicurare un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 mq per ogni ombrellone, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia (per file orizzontali o a rombo). Pertano gli ombrelloni andranno posizionati a 3 metri l'uno dall'altro. La distanza di 3 metri è obbligatoria anche nelle spiagge libere.

Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri.

LE DISTANZE NEI RISTORANTI

Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti per volta, in base alle caratteristiche dei singoli locali, in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra le sedute. Pertanto il distanziamento è riferito anche alle sedute dello stesso tavolo.

I tavoli devono essere disposti in modo che le sedute garantiscano il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro di separazione tra i clienti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.

Nei locali adibii a ristorazione non è consentito il consumo a buffet, mentre il consumo al banco solo se può essere assicurata la distanza interpersonale di almeno 1 metro tra i clienti.

LE DISTANZE DAGLI ESTEISTI E PARRUCCHIERI

Riorganizzare gli spazi, per quanto possibile in ragione delle condizioni logistiche e strutturali, per assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione sia tra le singole postazioni di lavoro, sia tra i clienti. L’area di lavoro, laddove possibile, può essere delimitata da barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.

L’operatore e il cliente, per tutto il tempo in cui, per l’espletamento della prestazione, devono mantenere una distanza inferiore a 1 metro devono indossare, compatibilmente con lo specifico servizio, una mascherina a protezione delle vie aeree. Consentire l’accesso dei clienti solo tramite prenotazione, mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 gg.

Di seguito tutte le Linee Guida della Regione Calabria (Allegato 1) all'ordinanza n.43 del 17 maggio 2020

 

Recapiti

testata quotidiano crotone
crotone24news@gmail.com

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.