web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Il giornale online con le ultime notizie Crotone. Tutte le news del Crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza cantieri milano


Elezioni a Crotone: ecco le grandi manovre. Dagli Sculco al Pentapartito

  • Published in Politica

di Redazione
di Redazione
Crotone24news.it

palazzo-del-comune.jpgSono cominciate le grandi manovre dei partiti politici in vista delle prossime elezioni comunali per il rinnovo del Consiglio comunale di Crotone e del sindaco.

Al momento l'unica candidatura granitica resta quella di Enzo Voce, l'ingegnere esperto di questioni ambientali e forte dell'ottima performance dimostrata nelle consultazioni regionali dello scorso 27 gennaio (2.500 voti in città), punta a rompere gli schemi tradizionali per conquistare lo scranno più alto della città pitagorica. Voce potrebbe ottenere anche il prezioso appoggio di molti delusi da tutti gli schieramenti politici, Cinquestelle in testa, ma non solo.

E proprio in casa pentastellata si notano per il momento le acque più agitate. Gli attivisti sono divisi tra le candidature di Andrea Correggia, che gode dell'apoggio dei notabili del Movimento, e Rossella Parise, proposta dagli attivisti Crotone5Stelle di Ilario Sorgiovanni. Al momento le due parlamentari crotonesi (Corrado e Barbuto) tengono un profilo neutro, con la testa pronta a seguire le indicazioni del Movimento, ma con il cuore che penderebbe per la Parise.

Acque poco agitate, quasi morte nella compagine sculchiana. L'uscita del gruppo di ex consiglieri comunali di "Consenso", con a capo l'ex assessore ai Lavori Pubblici Leo Pedace (pronto a candidarsi anche da solo), porta una grana difficile da sedare. Flora Sculco prova a trasformare la "Prossima Crotone" (andata a male) nella più promettente "Crotone in Movimento" ma la musica pare non cambiare. I dissidenti sono scappati da via Firenze per arroccarsi a Papanice e per convincerli a tornare ci vorrebbe un colpo di teatro (Flora sindaco). Pare che gli sculchiani abbiano serie difficoltà a comporre le liste elettorali, che una volta erano sei, ora non più di tre e anche malandate.

Ma mentre Enzo che tutto muove sguinzaglia i messi per dialogare con il PD, Pedace naviga verso il centrodestra convinto di poter strappare la candidatura a sindaco, puntando sulle frizioni interne tra Lega e Forza Italia. Cosa può accadere? Scoppierà la pace tra sculchiani ed ex sculchiani con Pedace candidato a sindaco della "Crotone in Movimento"? Enzo che tutto muove sa che la partita è difficile (e che Pedace ha ben altri sogni), pertanto sonda il PD che per ora tace ma non troppo.

Come al solito una parte del Partito Democratico (buona parte della segreteria cittadina) è pronta a giurare fedeltà ad Enzo che tutto muove, ma più di qualche autorevole voce rema contro. Il candidato DEM resta ancora avvolto nel mistero, c'è chi parla di una "donna di rottura" che non rientra negli attuali schemi di partito, ma che potrebbe fare presa sull'elettorato. Una donna giovane e bella. Si attende Iacucci, ma anche no. Alla fine nel PD ognuno farà di testa sua, come alle regionali! Tanto poi ci si incontra in Consiglio comunale.

Il centrosinistra però dovrà fare i conti con il redivivo Gaetano Grillo, che pare abbia 3 liste pronte a togliere voti e consensi cruciali, in quella che sarebbe una sorprendente quanto anacronistica riedizione del Pentapartito.

Nel centrodestra invece le acque sono calme ma torbide, molto torbide. Non si vede il fondale. L'unica cosa per ora certa è che il fronte manca di un leader riconosciuto, e questo non gioca a suo vantaggio. I partiti classici dovrebbero marciare uniti: Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e Udc dovrebbero presentare le rispettive liste con i rispettivi simboli, ma pesa come un macigno l'incognita candidato. Un nome debole e non condiviso rischierebbe di provocare una fuga generale verso lidi più sicuri, stravolgendo l'attuale assetto. Anche alcune liste civiche (Krotone da Vivere, Confindustria?) potrebbero mollare gli ormeggi se il porto non è stabile.

Chi sembra avere il vento in poppa è Leo Pedace, l'usato sicuro. Forte di un discreto successo alle ultime regionali e con tre liste armate fino ai denti, l'uomo della Rotonda potrebbe sfruttare la debolezza del centrodestra e la guerra intestina nel PD per fare nuovi acquisti e nuove liste. Il convento di Pedace ha un portone grande grande, e sempre aperto. Vuoi vedere che alla fine a pesare non saranno i partiti, ma proprio le liste?

Recapiti

testata quotidiano crotone
crotone24news@gmail.com

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.