Alluvione, Pietropaolo (FDI): necessario intervento specifico per Rocca di Neto


Redazione
Redazione Crotone24news.it

pietropaolo.jpg"Un piano di interventi per oltre 3,7 milioni di euro è stato predisposto dal Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria per realizzare opere di contenimento del rischio idraulico nelle zone della Provincia di Crotone maggiormente colpite dagli eventi alluvionali dello scorso novembre, dopo la quantificazione dei danni effettuata a seguito dei sopralluoghi della Protezione Civile regionale”.

E’ quanto afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Filippo Pietropaolo, che aveva visitato i territori colpiti all’indomani dell'alluvione del 21 e 22 novembre, incontrando gli amministratori e trasferendo alla Giunta un corposo dossier dei danni alle infrastrutture.

“Auspico adesso - aggiunge Pietropaolo - che il dipartimento Ambiente e la Protezione civile definiscano al più presto un altro intervento urgente, non inserito in questo primo piano, per la soluzione di un grave problema che riguarda il territorio di Rocca di Neto, dove a causa dei danni causati dall’alluvione circa 90 famiglie si trovano in una condizione di semi-isolamento”.

“Con il piano - spiega Pietropaolo - per Crotone sono stati stanziati 1,2 milioni di euro per interventi di sistemazione del fiume Esaro in prossimità della zona di Poggio Verde e altri 150 mila euro per il torrente Falao; per il territorio di Melissa sono stati stanziati 450 mila euro (300 mila per il Ponte di Fragalà e il resto per la sistemazione del torrente Umbro); a Strongoli sono destinati 450 mila euro per l’attraversamento in località Santa Foca; a Isola Capo Rizzuto 500 mila euro per la sistemazione del torrente Vorga; a Cirò Marina 500 mila euro per la sistemazione del reticolo idrografico minore del canale Olivitella e della zona di Punta Alice; a Cirò 300 mila euro complessivi per i due interventi di sistemazione del torrente Santa Venere e del torrente Palombelli; 180 mila euro per Carfizzi per opere di sistemazione idraulica alla confluenza lungo il fiume Lipuda e a valle della confluenza con il torrente Pulce”.

“Ringrazio l’assessore regionale Sergio De Caprio, che ha aggiornato il “Piano Versace” quantificando in 41 milioni di euro il rischio idraulico per tutta la provincia di Crotone, la Protezione civile regionale per l’immediata risposta, e i sindaci che hanno svolto un lavoro prezioso per consentire di dare risposte rapide ed efficaci ai territori”.

Ultimi Pubblicati

Petilia: arrestato 65enne sorpreso in auto armato di pistola clandestina

I carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro hanno arrestato un 65enne, p..

Crotone: tavoli troppo vicini e camerieri senza mascherina, multati 2 ristoratori

Nella giornata del 5 giugno 2021, personale della locale Divisione PASI - Squadr..

Parchi archeologici: rinnovato il protocollo tra Calabria Verde e MIC

È stato rinnovato anche per il 2021 il protocollo per la valorizzazione e manut..

Rinnovato il Consiglio dell'Ordine degli Architetti della provincia di Crotone

Si sono svolte nei giorni 10 e 11 Giugno u.s., le elezioni per il rinnovo del Co..