Coronavirus: numeri d'emergenza in tilt, in Calabria è notte fonda!


Redazione
Redazione Crotone24news.it

Numeri per l'emergenza in tilt e perennemente occupati: di fatto è impossibile avere informazioni o richiedere tamponi.

24-02-coronavirus-avviso.jpg"Si invitano i cittadini calabresi che in queste ore rientrano dalle regioni del Nord interessate dall'espansione epidemica, di comunicare alle autorità sanitarie locali il loro rientro, in modo di valutare misure di quarantena volontaria presso il proprio domicilio anche in assenza di sintomi".

Questo il messaggio della Regione Calabria che invita i cittadini di ritorno dalle aree a rischio a contattare i tre numeri messi a disposizione dal Servizio sanitario nazionale e regionale, per verificare ogni azione eventualmente necessaria per prevenire la diffusione del coronavirus anche nella nostra regione.

La quarantena domiciliare come rimedio volontario, insomma affidarci al buon senso. Caro vecchio buon senso, quanto ci manchi e quanto oggi più che mai dovresti guidare pensieri ed azioni, ed invece no..

Sei gradualmente scomparso ed oggi l'epidemia di coronavirus in atto ci mette davanti alla necessità di decisioni drastiche, di atti autoritari, quasi d'imperio, perché diciamolo pure: quando il buon senso manca, qualcuno deve decidere per gli altri, per la collettività, con buona pace di perbenisti, buonisti, e faciloni! Lo dimostrano i numeri (terribili), e non si può che costatare l'inadeguatezza dell'intero sistema.

In queste ore è stata disposta la chiusura di scuole ed università nelle sole regioni colpite (quelle del Nord), in pochi giorni i contagiati sono circa 200, quattro le vittime, ed ora sono migliaia di docenti, studenti, lavoratori che da quelle regioni stanno raggiungendo le città di origine, la gran parte al Sud.

Per chi arriva in queste ore in Calabria, o per chi è arrivato nei giorni scorsi dalle regioni colpite dall'epidemia l'invito delle Istituzioni è quello di contattare i numeri predisposti al minimo segnale preoccupante. Così come indicato dalla Regione Calabria i numeri sono 1500 (numero nazionale) e 0961.883346 e 0961.883016 del Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. Numeri perennemente occupati.

I tre numeri a disposizione danno il segnale occupato, una voce registrata invita a provare più tardi, ripetutamente, di continuo, come un disco rotto, rotto come il sistema italiano. Per quanto ancora, questi pochi valorosi portatori sani di buon senso secondo voi che amministrate la cosa pubblica, tutori della collettività, dell'interesse supremo alla salute, per quanto continueranno a provare a contattare i numeri indicati?

Tutelare la salute, la collettività, alimentare ed accrescere il buon senso è un lavoro che deve partire dai vertici, e spiace constatare che oggi il lavoro è palesemente fallito. Se si rende di fatto impossibile, o comunque macchinoso, il ricorso ai test per verificare la presenza del coronavirus, l'epidemia si allargherà a macchia d'olio. L'esortazione dunque è quella di correre ai ripari, rendere efficace ed efficiente e realmente disponibile il servizio pubicizzato e promosso, perché in assenza di atti di imperio, il caro vecchio bun senso deve essere aiutato, tutelato e preservato!

Ultimi Pubblicati

Petilia: arrestato 65enne sorpreso in auto armato di pistola clandestina

I carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro hanno arrestato un 65enne, p..

Crotone: tavoli troppo vicini e camerieri senza mascherina, multati 2 ristoratori

Nella giornata del 5 giugno 2021, personale della locale Divisione PASI - Squadr..

Parchi archeologici: rinnovato il protocollo tra Calabria Verde e MIC

È stato rinnovato anche per il 2021 il protocollo per la valorizzazione e manut..

Rinnovato il Consiglio dell'Ordine degli Architetti della provincia di Crotone

Si sono svolte nei giorni 10 e 11 Giugno u.s., le elezioni per il rinnovo del Co..