web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Il giornale online con le ultime notizie Crotone. Tutte le news del Crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza cantieri milano


Da Batistuta a Maxi Lopez, i goleador argentini in Italia

  • Published in Sport

di Redazione
di Redazione
Crotone24news.it

s_400_250_16777215_00_images_2019_varie_25-10-attaccanti-argentini.jpgLe sorprese arrivano quando uno meno se lo aspetta. Nel mondo del calcio, spesso riflesso della vita stessa, l'approdo di Maxi Lopez al Crotone è un vero e proprio colpaccio inaspettato che ha scaldato tantissimo la piazza calabrese, la cui squadra è stata già protagonista in tempi recenti di exploit importanti come la promozione in Serie A e una storica salvezza.

Nonostante l'eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Sampdoria, il Crotone punta tutto sul campionato di Serie B, facendo leva sul talento dell'argentino, il quale rappresenta una nobile progenie di attaccanti provenienti dal paese sudamericano che hanno fatto storia in Italia.

Maxi, esperto di goal

L'attaccante argentino, con un ottimo passato anche in squadre importanti come il Barcellona o il Milan, è tornato in Italia, la sua seconda casa, dopo un periodo alla squadra brasiliana del Vasco da Gama. Ed è lui senza dubbio il fiore all'occhiello del Crotone che anche quest'anno proverà a tornare in Serie A ingaggiando una lotta importante con il Benevento e l'Empoli, le due squadre più quotate in questo campionato.

Nonostante sia ancora a secco di goal, Maxi è comunque un elemento importante per la squadra calabrese e il tecnico Giovanni Stroppa conta moltissimo su di lui per centrare l'obiettivo promozione, che secondo i pronostici delle scommesse sul calcio di Betway è quotato a 12 il 23 ottobre. Le sue prime parole da giocatore rossoblu sono state sentite: l'argentino ha ammesso di essersi sentito contento dell'accoglienza e tutto lascia immaginare che darà tutto per questa maglia fino all'ultimo giorno. Autore di 122 reti in 465 match professionistici, Maxi, un tempo sponsorizzato dalla Nike, è stato protagonista di una grande stagione con il Catania durante la gestione di Diego Pablo Simeone, e su di lui punta tutta la Crotone calcistica per riuscire a tornare nel campionato più elettrizzante di tutti.

Batigol, la mitraglia infallibile

Per Gabriel Omar Batistuta giocare a calcio era principalmente un lavoro e non tanto una passione. Fin dalla sua infanzia, quando a Rosario veniva allenato da un guru come Marcelo Bielsa, l'attaccante di Reconquista calciava il pallone con rabbia e dedizione maniacale, nonostante non fosse stregato da quel gioco come i suoi coetanei. Cresciuto nel Newell's Old Boys, storico club argentino molto concentrato sull'investimento sui giovani calciatori, Batistuta avrebbe fatto fortuna in Italia, prima alla Fiorentina e poi alla Roma, squadra con la quale avrebbe conquistato uno storico Scudetto nel 2001.

Autore di 250 reti in 444 incontri ufficiali, l'ex Fiorentina e Roma è anche il secondo goleador di sempre della sua nazionale, con la quale è andato in rete in 54 occasioni, superato soltanto da un certo Lionel Messi, testimonial Adidas e per molti il miglior calciatore del momento. Batistuta era potenza pura e andava in goal quasi per inerzia, come sanno in tanti campi importanti d'Europa come Highbury, Old Trafford, il Camp Nou e San Siro. Dalla metà degli anni '90 ai primi anni 2000 probabilemente in Italia non c'è stato un attaccante talmente possente ed efficace di lui.

Diego Milito, principe del goal

Meno mediatico e più timido di tanti altri, Diego Alberto Milito, di origini calabresi, è stato contemporaneo di Maxi Lopez in Serie A, campionato nel quale ha vestito prima la maglia del Genoa e poi quella dell'Inter. In special modo con la maglia nerazzurra il centravanti di Bernal, in provincia di Buenos Aires, è stato protagonista con una serie di rete fondamentali per la conquista del glorioso triplete del maggio 2010, quando la squadra allenata da José Mourinho si impose su tutti i suoi avversari in tutte le competizioni. Abilissimo a difendere palla spalle alla porta e in grado di vedere la porta come pochi giocatori, Milito è stato uno dei giocatori più amati di quell'Inter strepitosa, prima di tornare in patria e portare al trionfo anche il suo Racing Club, la squadra per la quale ha sempre tifato fin da bambino, con la quale ha vinto un titolo prima da calciatore nel 2014 e poi da dirigente proprio la stagione scorsa.

Il goal dall'accento argentino è una componente storica del calcio italiano, da sempre terra di conquista dei gauchos, un popolo molto vicino culturalmente e calcisticamente a quello nostrano.

Recapiti

testata quotidiano crotone
crotone24news@gmail.com

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.