Crotone calcio: la rosa cambia e la squadra si rafforza


Redazione
Redazione Crotone24news.it

ezio-scida-tribuna.jpgIl Crotone ha approfittato della sessione invernale per poter ristrutturare la rosa e investire in un mix tra freschezza ed esperienza. Il club pitagorico è stato il protagonista assoluto del mercato della serie cadetta presentando all’Ezio Scida ben 10 volti nuovi e cedendone altrettanti.

Gli squali da troppo navigavano in acque troppe torbide e un cambiamento radicale e repentino era necessario per tentare la salvezza che ora sembra più possibile. Essendo stata opportuna una nuova trasformazione della rosa, è evidente che il mercato estivo effettuato prima della scorsa stagione non sia stato all’altezza.

Il presidente stesso dei rossoblù ha ammesso gli errori della dirigenza avvenuti lo scorso anno: “se il mese di gennaio si fa una rivoluzione in ingresso e uscita, significa che qualcosa è andato storto. Sono arrivati calciatori che hanno evidenziato sin da subito la voglia di far bene per togliere il Crotone dalla parte bassa della classifica”.

I nuovi volti del Crotone

Visti i soli 14 punti raccolti e il terz’ultimo posto in classifica, la società ha cercato di potenziare ogni singolo reparto in modo da poter consegnare al tecnico Francesco Modesto una rosa su cui poter lavorare e intraprendere un progetto che non solo possa salvarli dalle Lega Pro in questa stagione, ma che possa anche rilanciarli in Serie B il prossimo anno. I nuovi innesti a disposizione del mister sono: Cangiano, Marras, Kone, Calapai, Serpe, Shnegg, Awua, Adekany, Nicoletti e Golemic. Basteranno i nuovi acquisti per evitare i playoff? Secondo i pronostici Mimmo, il nuovo mercato potrebbe dare la spinta giusta per tentare la salvezza.

I ritorni al Crotone

C’è un particolare entusiasmo per il ritorno del difensore serbo Vladimir Golemic; classe 1991, era stato un pilastro della difesa pitagorica dal 2018 al 2021; poi le strade si sono divise per la volontà del giocatore di voler affrontare una nuova esperienza all’estero. Dopo un insediamento pieno di difficoltà nella serie A greca, il difensore centrale ha deciso di ritornare in Calabria per provare ad aiutare la squadra a raggiungere la salvezza. Il presidente ha speso parole al miele per il neoacquisto, dicendo che è “un giocatore che tutta la tifoseria conosce bene, ci darà una grossa mano per un Crotone migliore”.

Un altro ritorno accolto con il sorriso da parte dei tifosi è stato quello di Manuel Nicoletti, che è stato acquistato dal Foggia a titolo definitivo. Il club, sul proprio sito, attraverso una nota ufficiale, ha dichiarato: "Classe 1998 – 23 anni compiuti lo scorso 9 dicembre – Manuel torna nel Club in cui non solo ha mosso i suoi primi passi nel calcio dei professionisti, ma dove è cresciuto, come ragazzo e giocatore, all’interno del settore Giovanile, e dove ha esordito in prima squadra a soli 15 anni 11 mesi e 20 giorni (il più giovane esordiente nella storia del Crotone in Serie B) il 29 novembre 2014 contro il Modena”. Mancino educato, tanta corsa e all’occorrenza può agire anche da difensore centrale, Nicoletti dal 2017 al 2020 ha maturato esperienza al Catanzaro, per poi passare al Monopoli. Nella prima parte di questa stagione ha vestito la maglia del Foggia, dove si è messo in luce con ottime prestazioni e andando a segno anche in 2 circostanze. Il neo-calciatore pitagorico ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2024. E oggi torna a casa sua: bentornato Manuel!

Risultati che lasciano ben sperare

I risultati di questa rivoluzione per ora danno ragione al presidente. Il Crotone ha iniziato il 2022 con il piglio giusto e non è ancora stato sconfitto. La prima partita dell’anno è stata l’ostica trasferta di Parma che stava per concludersi con una sconfitta, ma poi il guizzo di Marras al minuto 89 ha salvato gli squali dalla sconfitta. La settimana successiva la squadra è andata a Como e si è giocato la sfida alla pari che è stata decisa da un calcio di rigore per parte.

Il Crotone, nell’uscita dopo quella di Como, ha ospitato il Cittadella. L’entusiasmo portato dai nuovi acquisti si respirava nell’aria dello Scida e i padroni di casa dopo una stagione sin qui molto deludente ci tenevano particolarmente a far bene davanti al nuovo pubblico. La vittoria contro i veneti non è arrivata, ma si è vista una grande prestazione che lascia ben sperare.

Ultimi Pubblicati

Consiglio Comunale: i “Soliti Stanchi” e un Centro Destra sfocato

«Se ce l’avessero raccontata all'inizio, di questa legislatura alla Agatha Ch..

Maltempo: danni alle strade provinciali, chiesto lo stato di calamità per il Crotonese

Ingenti i danni causati dal maltempo il 30 novembre e poi ancora il 3 e 4 dicemb..

Crotone: pattuglie appiedate nel centro cittadino per le festività natalizie

Dalla giornata di domani, verrà reso operativo un piano straordinario di contr..

Crotone: riapre al pubblico la Torre Aiutante del castello Carlo V

Riapre ed è restituita alla comunità cittadina anche la storica Torre Aiutante..