web reputation
crotone 24 news notizie
breaking news

Crotone 24 News Notizie

Il portale online con le ultime notizie da Crotone dalla provincia crotonese e dalla Calabria

Crotone breaking news e tutte le altre notizie di cronaca, politica, economia e lavoro, sport, cultura e spettacoli.

sicurezza cantieri milano


Le tribune dello Scida sono abusive: "amministrazione comunale in malafede"


di Angelo Cerminara
di Angelo Cerminara
Founder and Web Consultant

La Corrado non ci sta e chiarisce perchè le colpe sono tutte dell'amministrazione comunale: «una banda simile al Gatto e alla Volpe»

s_400_250_16777215_00_images_2018_fc-crotone-2018_ezio-scida-serale.jpgQuella diffida non ci voleva, perchè rende tutto più difficile, compresa la soluzione politica che potrebbe arrivare in extremis dal diretto intervento del sottosegretario Giorgetti, o da un ripensamento dello stesso ministro del Mibac Alberto Bonisoli. 

Ma le speranze sono davvero ridotte al lumicino perchè quella diffida, con la quale il soprintendente Mario Pagano ha imposto al sindaco di Crotone Ugo Pugliese di smantellare le parti mobili della tribuna e della curva sud, è un atto amministrativo dirompente, che blocca nei fatti ogni eventuale nuova concessione. La diffida andrebbe ritirata, ammesso che sia possibile, e solo dopo si potrebbe ragionare su di una nuova concessione.

La diffida resta un atto dovuto dal soprintendente, nel momento in cui uno dei contraenti (il Comune di Crotone) non rispetta i patti convenuti, ma di certo Pagano è stato molto celere, rigido nelle sue posizioni, e per niente accomodante. La speranza ora è in qualche intervento riparatorio dell'ultimo minuto. Di natura politica, perchè dal punto di vista "tecnico" si è già conclusa con la diffida. Le mediazioni tentate nelle ultime ore sono due: una verso il ministro Alberto Bonisoli tentata dalla senatrice Margherita Corrado, e l'altra verso Giancarlo Giorgetti, scomodato dalla sua poltrona di sottosegretario alla Presidenza del consiglio dal segretario della Lega di Crotone Giancarlo Cerrelli che subito si è prodigato per il bene comune, mettendo da parte differenze politiche e di stile abissali, nei confronti dell'attuale amministrazione comunale. Ai crotonesi non resta che pregare, e attendere le buone novelle.

s_400_250_16777215_00_images_2018_elezioni-politiche_margherita-corrado.jpgSulla vicenda però torna la senatrice Cinquestelle Margherita Corrado, vittima di una grottesca caccia alle streghe, da parte di chi questa situazione l'ha prodotta chiedendo e firmando l'accordo di convenzione.

Come sostiene la Corrado, la questione è da inquadrare nell'atto di convenzione firmato il 19 luglio 2016 tra il Comune di Crotone e il Ministero dei Beni Culturali. In quell'accordo il Ministero concedeva per il periodo stabilito di 2 anni (fino al 18 luglio 2018) la possibilità di montare le parti mobili nello stadio Ezio Scida, accrescendone la capienza e permettendo al FC Crotone di giocare la serie A. Per contro il Comune di Crotone si impegnava a smantellare entro 2 anni, riportando tutto allo status quo ante.

IL TERMINE PERENTORIO DEI DUE ANNI

Il termine perentorio dei due anni era l'oggetto stesso del contratto, che escludeva categoricamente ogni possibile proroga. «In realtà - scrive la Corrado sui social - l'autorizzazione del 19 luglio 2016 si chiudeva con una esplicita negazione di qualsiasi proroga rispetto ai due anni concessi (allega uno stralcio del contratto). Si ammette, infatti, nell'autorizzazione, che essa lede i principi in relazione ai quali fu emesso il vincolo e scattarono perciò le restrizioni cui l'autorizzazione stessa consente una deroga, ma una deroga ad orologeria».

Su questo punto lo stesso soprintendente era stato chiarissimo, specificando "l'impossibilità di procrastinare sine die l'attuale destinazione d'uso dell'area vincolata, dato che la situazione presente non è in armonia e limita fortemente le azioni utili per portare alla luce i valori storico-identitari del territorio (…)". Ciò nonostante fino al mese scorso l'amministrazione comunale insisteva nel chiedere una proroga che non avrebbe mai potuto ottenere perchè espressamente vietata dall'accordo sottoscritto. L'ultimo tentativo è del 27 giugno a Cosenza. Richiesta respinta da Pagano.

LA MALAFEDE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Sempre la Corrado introduce il fatto grave che, laddove confermato, potrebbe aver indotto il Pagano a chiudere ogni porta e finestra: ad un certo punto il Comune di Crotone invece di pagare il noleggio delle tribune, decide di acquistarle! (dopo essersi impegnato a smontarle nel giro di 2 anni).

s_400_250_16777215_00_images_2018_varie_22-07-gatto-volpe.jpg«Avere chiesto una proroga a febbraio o marzo o aprile o maggio o giungo 2018 - continua la Corrado - non cambia la situazione.

Anche se la si fosse chiesta a febbraio, marzo, aprile, maggio o giugno 2017 non sarebbe cambiato nulla, perché il contratto Comune-Ministero Beni Culturali era ed è chiarissimo. Altrettanto chiaro è che uno dei due contraenti non lo ha rispettato. L'altro, del tutto legittimamente, chiede ora di dare seguito all'impegno preso di smantellare le tribune nate come provvisorie, e che tali avrebbero dovuto arrivare a luglio 2018, invece sono state frattanto acquistate (!), dando prova lampante di assoluta malafede».

Dunque un pasticcio costruito dall'attuale amministrazione comunale, che nei due anni intercorsi non ha prodotto alcun atto concreto volto alla soluzione (anche parziale) del problema. Senza dubbio la vicenda è stata gestita molto male, e ricorda vagamente quella dell'aeroporto S. Anna, chiuso nel novembre del 2016 perchè l'amministrazione comunale tardò nel chiedere la proroga dell'esercizio provvisorio. La Corrado chiude assumendosi l'onere di trovare una mediazione con il Ministero, senza però eccedere in ottimismo o toni trionfali: 

«La partita (!) si gioca ora su un altro piano ma immaginare che forzature politiche, perché di questo parliamo, possano facilmente ribaltare la situazione, sarebbe quanto meno imprudente. Se il Ministero dovesse arrivare a tanto, le garanzie che chiederebbe, è facile immaginarlo, sarebbero ben più stringenti e rigide di quelle che accettò incautamente due anni fa, facendosi prendere per i fondelli da una 'banda' neppure all'altezza dell'invenzione disneyana ma più vicina alla coppia di malandrini immaginata da Collodi».

Recapiti

testata quotidiano crotone
Via Venezia 139 - 88900 Crotone KR Italy
crotone24news@gmail.com
Web Master : Angelo Cerminara

We are Social

Resta aggiornato senza perdere le notizie di Crotone. Mettici sul tuo canale Social!

Invia un Messaggio

Disclaimer

Testata giornalistica non registrata ai sensi della Legge sull'Editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.